Nextdoor, il social network di quartiere, annuncia un finanziamento da 123 milioni di dollari che porta la valutazione a 2,1 miliardi di dollari. Il funding si accompagna, ed è legato, a un’accelerazione nella crescita in Europa. Il round di finanziamento è guidato da Riverwood Capital, con la partecipazione di investitori esistenti come Benchmark, Tiger Global Management e Kleiner Perkins, e la nuova partecipazione di un grande asset manager globale. Il totale dei finanziamenti ricevuti, secondo quanto scrive Venture Beat, è di 600 milioni di dollari.

L’accelerazione in EuropaChris Varelas, co-fondatore e managing partner di Riverwood Capital, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione dell’azienda. Il finanziamento arriva in un momento di accelerazione della crescita dell’azienda. Nextdoor si allarga a Svezia e Danimarca, Paesi che si aggiungono all’attuale presenza negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Germania, Francia, Paesi Bassi, Italia, Spagna e Australia. Oggi, comunica l’azienda, i vicini di oltre 236mila quartieri usano Nextdoor per «tenersi in contatto, informarsi e aiutarsi a vicenda nella vita di tutti i giorni».

Si rafforza il managementL’azienda ha assunto lo scorso autunno come cfo Sarah Friar, precedentemente responsabile finanziaria di Square, l’azienda guidata dal fondatore di twitter Jack Dorsey. Nextdoor è arrivata in Italia lo scorso autunno. È stata fondata a San Francisco nel 2010. È un social dedicato alla dimensione locale, di quartiere, quella che cerca di spingere anche Facebook con i gruppi.