Fino a oggi l’utilizzo della realtà aumentata sugli smartphone era limitata a qualche app per completare l’arredo domestico e a qualche videogioco. Ora, a quanto pare, questa tecnologia è pronta ad esordire su un servizio usato da milioni di persone: le mappe di Google. Gli ingegneri di Mountain View, infatti, stanno lavorando sodo per portare su Google Maps nuove features legate proprio all’utilizzo della realtà aumentata. Caratteristiche che renderanno l’app molto più interattiva. La novità era stata annunciata durante la conferenza degli sviluppatori di Google già qualche mese fa. Adesso, però, siamo alle fasi finali. E le fasi di test sono già iniziate.

Come cambia Google MapsMa come cambierà Google Maps grazie alla realtà aumentata? La struttura di base dell’applicazione rimarrà uguale a quella che conosciamo. Del resto, stravolgere una piattaforma utilizzata quotidianamente da milioni di persone, sarebbe un’operazione un po’ incauta. In sostanza, dunque, si tratterà di funzionalità aggiuntive. Un’opzione attivabile con un tap nell’apposito spazio, oppure tenendo il telefono in verticale (quasi a voler fotografare ciò che ci circonda). La piattaforma esegue una veloce scansione dell’ambiente circostante, e fa partire la modalità AR.Grazie all’utilizzo della fotocamera dello smartphone, la realtà aumentata offrirà una nuova funzione utile quando si utilizza l’app per raggiungere, a piedi, una destinazione. L’utente visualizzerà sul display dello smartphone l’ambiente circostante. E camminando, l’app gli suggerirà la direzione indicando, grazie alla comparsa di frecce luminose, la strada da seguire fino alla meta. Un’opzione molto utile, soprattutto quando (ad esempio) si esce da una metropolitana e ci si vuole orientare su quale strada prendere. L’area interattiva occuperà lo spazio superiore del display, mentre nella parte inferiore rimarrà visibile la mappa tradizionale. La realtà aumentata, inoltre, interverrà anche sulla segnaletica stradale. L’app, infatti, indicherà la prossimità di attraversamenti pedonali. Per sviluppare queste nuove funzioni, Google ha lavorato molto all’integrazione della realtà aumentata dentro Google Maps, ma allo stesso tempo ha sfruttato i dati di Street View, il servizio di mappatura stradale grazie al quale Big G ha filmato una grossa percentuale delle strade di tutto il mondo.

Quando arriva in Italia Difficile, al momento, stabilire con certezza una data in cui la nuova app di Google Maps arriverà in Italia. La funzionalità a base di AR è in fase di test, ed è molto probabile che verrà lanciata negli Stati Uniti in queste settimane. Possiamo ipotizzare, allora, che l’arrivo in Italia potrebbe essere entro l’autunno. Sempre Google Maps, giova ricordarlo, ha da poco introdotto per gli utenti statunitensi la funzione che prevede la segnalazione degli autovelox lungo le strade. E anche questa opzione è destinata ad arrivare sugli smartphone degli italiani nei prossimi mesi.