Con il referendum del 20 e 21 settembre gli italiani saranno chiamati ad esprimersi sulla modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione, al secolo sul taglio dei parlamentari.

In vista di questa consultazione, Infodata ha scelto di affrontare il tema in coerenza con la propria linea editoriale. Ovvero, guardando i numeri. Eccoli:

36,51%

Questa la percentuale di riduzione dei componenti dei due rami del Parlamento italiano. Nello specifico, gli eletti alla Camera dei Deputati passerebbero dagli attuali 630 a 400, mentre al Senato scenderebbero da 315 a 200, quota cui bisognerebbe comunque aggiungere i 5 senatori a vita.

153.685

Sono i cittadini che ogni deputato rappresenterebbe in media, neonati compresi. Per quanto riguarda il Senato, ogni eletto a Palazzo Madama rappresenterebbe 301.223 persone.

0,01%

Il risparmio annuo per le casse dello Stato considerando una minore spesa di 81,6 milioni di euro l’anno per le indennità di carica non più dovute e una spesa complessiva di 662 miliardi così come prevista dalla legge di Bilancio per il 2020.

L’articolo Tre numeri per spiegare il referendum costituzionale del 20-21 settembre sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog