Sia in Italia che in Spagna l’economia nazionale ha due assi: che in un caso si estendono fra Milano e Roma, nell’altro fra Madrid e Barcellona.

Nel contesto dell’unione europea, il declino italiano non potrebbe essere più evidente guardando a dove siamo oggi e dove eravamo nel 2000 – il primo anno per cui Eurostat rende disponibili numeri a dettaglio provinciale.

Da allora ogni singola provincia italiana si è allontanata dalla media europea, e alcune a un ritmo rapidissimo. A inizio nuovo millennio, per esempio, i romani potevano vantare un Pil medio per abitante del 67% superiore alla media europea. Sedici anni dopo, si trovano quaranta punti percentuali più in basso. Aree come Torino, un tempo comodamente sopra la linea di demarcazione, oggi vi galleggiano a malapena, altre come Pavia o Como sono hanno in effetti – chi più, chi meno – persino superato questo traguardo negativo.

Il declino delle province italiane è stato sia relativo che assoluto, e alla sua base ci sono diversi fattori. Si è trattato intanto di una serie di passi indietro compiuti dall’Italia stessa: dal 2000, fra tutte le nazioni sviluppate solo la Grecia è cresciuta meno. Già solo all’interno dell’area euro, per fare un paragone, Francia e Germania sono cresciute in media dell’1,4% l’anno, la Spagna dell’1,8. L’Italia, per parte sua, si è fermata allo 0,3%.

Nel frattempo una parte importante della crescita nell’Ue è arrivata da est, ovvero da una serie di nazioni come Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Romania, che partivano da un livello di sviluppo minore ma nel tempo si sono avvicinate al resto del continente a larghi passi – in alcune aree raggiungendo e persino superando parti del sud Europa come appunto il meridione italiano.

 

La maggior crescita di nazioni come Spagna o Germania ha consentito loro di tenere grosso modo il passo con l’aumento del reddito medio nell’unione, o almeno rallentarne l’avvicinamento. In Italia non è andata così, e anzi per parti sempre più ampie del suo territorio anche solo restare nella media è diventato un miraggio.

 

 

 

-->

L’articolo Scopri il Pil pro capite delle tua provincia. E misura la tua ricchezz sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog