Sono state annunciate le nomination ai Primetime Emmy Awards 2017, i premi destinati a riconoscere l’eccellenza televisiva. La notizia è che c’è anche The Young Pope di Paolo Sorrentino fra i candidati gli Oscar della televisione che verranno consegnati il prossimo 17 settembre. La serie Sky prodotta da Wildside di Lorenzo Mieli e Mario Gianani, interpretata da Jude Law, ha ottenuto una candidatura per il miglior production design (per Ludovica Ferrario) e la migliore fotografia (per Luca Bigazzi). E’ la prima volta che una serie di una società italiana riceve nomination agli Emmy.

Come da attese le serie Westworld, Stranger Things e Feud hanno raccolto il maggior numero di  di nomination, rispettivamente con 22 (il numero più alto di questa edizione) e 18 premi entrambe. Scontata le nomination di Big Little Lies (ne ho parlato qui).

 

Ottimi risultati anche per la novità di quest’anno, This is Us, la serie targata Fox che interseca la vita di più generazioni e che al suo debutto agli Emmy ha ottenuto 11 nomination e fra queste quelle per la migliore serie drammatica e i migliori attori protagonisti (Milo Ventimiglia e Sterling K. Brown) e non protagonisti (Ron Cephas Jones e Chrissy Metz). Altrettanto bene è andata a Genius, film per la tv prodotto da National Geographic che vede Geoffrey Rush interpretare Albert Einstein. Genius ha ottenuto 10 candidature fra cui non poteva mancare quella al protagonista Geoffrey Rush.

Per quanto riguarda gli attori da segnalare Elizabeth Moss per The Handmaid’s Tale, Reese Witherspoon e Nicole Kidman (Big Little Lies), Riz Ahmed per The Night of, Robert De Niro e Michelle Pfeiffer per la miniserie su Bernie Madoff, The Wizard of Lies.

Chi ha perso. Tra gli snobbati Trasparent, la commedia targata Amazon che racconta il mondo transgender. Non è  fra le migliori commedie anche se Jeffrey Tambor, già vincitore di un Emmy è fra i candidati.  Fra gli attori due nomi spiccano fra tutti, quelli di Rami Malek, che l’anno scorso aveva vinto l’Emmy per il suo ruolo in Mr. Robot e che quest’anno non ha ottenuto nemmeno una candidatura e Lena Dunham, la protagonista e creatrice di Girls, che dopo aver vinto con la prima stagione nel 2012 sperava di poter concorrere a questa ultima.

Il boom di Netflix che ora vede da vicino Hbo Le candidature sono state presentate ieri mattina a Los Angeles e hanno visto prevalere Hbo con 110 candidature, Netflix ne ha ottenute 91, Nbc 60, Fox 27. Qui sotto nell’Infografica di Statista vediamo come era andata l’anno scorso.

 

 

Impressiona di Netflix la rapissima crescita. Come si vede sotto negli ultimi tre anni il gigante dello streaming si è affermato non solo per i volumi ma anche per la qualità delle produzioni. Cinquantaquattro nomination nel 2016 e nove premi. Tanto che ora sono diventati i veri rivali di Hbo.

Qui la lista completa con le nomination 

 

I dati sono stati diffusi da Statista (per maggiori informazioni vedi qui).

 

L’articolo Le nomination agli Emmy Awards. C’è anche The Young Pope. Hbo batte Netflix sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog