Proseguendo il viaggio di Infodata all’interno del mondo dei supereroi, dopo lo spazio dedicato all’universo Marvel l, in questo articolo verranno passati in rassegna i cugini/rivali griffati DC Comics sempre facendo affidamento sui dati pubblicati da Kaggle e basati questa volta sulla DC-wikia.

 

Il profilo della città che appare come primo grafico è in realtà la rappresentazione di quanti personaggi siano apparsi per la prima volta per ogni singolo anno e tramite l’interazione con il click si può filtrare il resto dei grafici, oltre che a scoprirne l’esatto numero per l’annata in esame.

Ogni personaggio è stato rappresentato come una bolla tanto più grande quante sono state le sue apparizioni nel corso degli anni, mentre il colore varia in base all’allineamento: rosso per i cattivi, verde per i buoni, grigio per i personaggi di cui non è fornito il dato e giallo per quelli neutrali.

In aggiunta, sono stati riportati sesso, colore di occhi e capelli che, come il resto delle visualizzazioni, possono essere utilizzati per creare combinazioni di filtri in modo da scovare i vari supereroi dell’universo DC Comics.

Per avere sempre sott’occhio i personaggi con più apparizioni, sulla sinistra è presente una lista ordinata dei più presenti, soggetta alle possibili interazioni con i vari filtri e che può essere utilizzata per illuminare i singoli all’interno della moltitudine di bolle, recuperandone anche ogni singolo dato.

 

 

 

Senza grosse sorprese, i protagonisti con il maggior numero di presenze sono i pilastri della Justice League, quella che, per intenderci, a grandi linee è l’alternativa DC Comics agli Avengers della Marvel.

In cima alla lista dei personaggi più presenti troviamo due tra le figure più iconiche di sempre per quanto riguarda il mondo dei supereroi, ma che tra di loro forse non potrebbero essere più diverse.

Se da un lato Batman (3093 apparizioni) rappresenta il giustiziere mascherato che di fatto non ha alcun super-potere inteso in senso stretto (come abilità sovra umana), dall’altro Superman (2496) incarna la concentrazione massima di abilità straordinarie, rendendolo sostanzialmente il punto di riferimento in fatto di “potenza”.

Nati più o meno nello stesso periodo verso la fine degli anni ‘30, anche se per Superman in questa base dati viene considerato il 1986 come anno di prima apparizione per via della pubblicazione della linea “Man of Steel” (“L’uomo d’acciaio”), già dagli albori fu chiaro come i due eroi avrebbero rappresentato le due facce della giustizia.

Il multi-milionario Bruce Wayne forte del suo senso di appartenenza a Gotham e della sua fortuna economica, si sarebbe celato dietro il travestimento dell’uomo pipistrello servendosi della sua intelligenza abbinata ad ogni ritrovato tecnologico per combattere il crimine dilagante, mentre il kriptoniano Kal-El, giunto sulla Terra in fasce da un pianeta lontano, avrebbe utilizzato un alter-ego civile, Clark Kent, per nascondere al mondo (in barba alle tradizionali maschere) le doti soprannaturali da mostrare solo in caso di necessità, sempre agghindato con costume azzurro e mantello rosso di rappresentanza.

Tra gli altri personaggi più presenti, in terza posizione c’è Green Lantern (Lanterna Verde, 1565 apparizioni nell’impersonificazione terreste di Hal Jordan), un eroe che in Italia non ha avuto lo stesso successo incassato negli Stati Uniti e che anche negli ultimi anni di successi cinematografici generali ha fatto un buco nell’acqua a livello di riscontro sia per la critica sia per gli appassionati.

Seguono poi altri nomi noti come James Gordon (1316) e Richard Grayson (1237), entrambi impegnati nella lotta al crimine per le strade di Gotham City a fianco di Batman; il primo come commissario della polizia cittadina e il secondo nei panni di Robin, la spalla per eccellenza di ogni eroe, entrato ormai nell’immaginario collettivo come il classico “numero due” di ogni coppia.

Come anticipato, nella parte alta dell’elenco compaiono altri appartenenti alla Justice League: Wonder Woman è sesta con 1231 comparse, seguita dal re dei mari Aquaman (settimo a quota 1121), mentre Flash (1028) è il primo fuori dalla top10, pur risultando comunque l’ultimo dei supereroi sopra le mille presenze.

Curiosità storiche. Ripercorrendo la linea temporale di prima pubblicazione, è possibile scovare qualche piccolo dettaglio che potrebbe essere oscuro anche ai più accreditati appassionati, a partire dal primo anno censito nella base dati.

Il 1935, oltre ad essere l’anno zero, è piuttosto singolare anche perché è l’unico caratterizzato dalla nascita di un solo personaggio, il Dottor (Richard) Occult, anche conosciuto come “Ghost Detective” per via della sua attività di investigatore privato specializzato in casi di indagini correlate al soprannaturale.

Anche se nel giro di pochi anni sarebbero nati i principali protagonisti delle saghe targate DC come Batman, Superman, Wonder Woman e Aquaman, è forse il 1936 uno tra gli anni più curiosi.

In pochissimi infatti saranno a conoscenza del fatto che la DC Comics ripropose sotto forma di fumetti una trasposizione del ciclo bretone incentrato sulle avventure di Mago Merlino e Re Artu in quel di Camelot.

Selezionando appunto il 1936 nello skyline iniziale, compariranno nell’elenco i principali personaggi della saga come Merlin (92 apparizioni), Arthur Pendragon (41) e Lancelot (18), affiancati per assurdo da una figura tutt’altro che appartenente alla narrativa: Franklin Delano Roosvelt, trentaduesimo presidente degli Stati Uniti d’America, e all’epoca nel pieno del suo mandato elettorale (1933-1945).

 

Identikit dei personaggi. Delle oltre seimila figure censite, circa due terzi sono di sesso maschile (4783), mentre sono poco meno di duemila le eroine femminili (1966), capitanate dalla già citata Wonder Woman a cui fanno poi seguito in termini di apparizioni Dinah Laurel Lance (1075, meglio conosciuta come Black Canary), Barbara Gordon (963, nei panni di Bat Girl) e la collega/compagna di Superman ovvero Lois Lane (934).

Anche nell’universo DC Comics, analogamente al caso Marvel, seppur con un vantaggio più esiguo, l’allineamento predominante dei personaggi è cattivo, e già dall’elenco principale spunta il nome di una delle nemesi più famose di sempre, ossia Lex Luthor (677 apparizioni).

Concentrandosi sui “cattivi”, subito dopo l’arci-rivale di Superman, compare un’altra icona assoluta nel mondo degli antagonisti e forse quella che ha fatto più breccia tra i cuori degli amanti del genere anche grazie a due trasposizioni cinematografiche memorabili (Jack Nicholson nel primo Batman di Tim Burton e Heath Ledger nel secondo episodio della trilogia di Nolan), vale a dire il Joker (517).

Sul fronte dei personaggi neutrali invece, il primato per il maggior numero di apparizioni è invece detenuto da Roy Harper (654), comparso per la prima volta nel 1941, ed attualmente noto come Arsenal anche se nel passato è stato riconosciuto sia come Speedy, ma soprattutto come Red Arrow (freccia rossa) per via delle sue doti di precisione nell’uso dell’arco, maturate specialmente al fianco del suo modello di riferimento Green Arrow.

Visivamente parlando, se ci si dovesse imbattere in un personaggio Marvel, la probabilità che i suoi connotati facciali colpiscano un occhio abitudinario sono abbastanza remote.

I tre colori di capelli più gettonati sono infatti nero (1574 casi), castano (1148) e biondo (743), visto che per trovare tinte particolarmente pop bisogna scendere fino al settimo posto del verde (42) e l’ottavo del blu (41); per quanto riguarda gli occhi, il primo colore atipico è il rosso in quinta posizione (208), piuttosto staccato dalla coppia che guida la classifica dedicata composta da azzurro (1101) e marrone (879).

L’articolo Justice League vs Avengers. L’universo Dc sfida la Marvel sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog