Nel 2016 l’e-commerce ha sfiorato quota 20 miliardi di euro, il doppio rispetto al dato del 2011 e +18% rispetto al 2015. La corsa agli acquisti online premia sempre di più i prodotti fisici, che segnano un +32% sull’anno scorso, e raggiungono il 46% di market share nello shopping in rete. Gli outsider sono il food e grocery, l’arredamento, i cosmetici e i giocattoli. Più lenta la crescita dei servizi (+8%) al traino soprattutto del turismo (+10%).

Il panorama è certamente positivo, ma rispetto ad altre economie avanzate restiamo indietro. Ad esempio in Francia, Germania e Gran Bretagna i web shopper rappresentano i tre quarti e oltre delle persone che navigano su internet, mentre in Italia siamo intorno al 60%.

Lo shopping digitale rappresenta un trampolino di lancio per Pmi, microproduttori e artigiani italiani. L’appeal del made in Italy si conferma infatti fortissimo.

Articolo a pagina 11 del Sole 24 Ore del 17 ottobre 2016

L’articolo Italia, l’e-commerce sfiora quota 20 miliardi di euro sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog