E’ un nuovo indice sperimentale e si chiama Social Mood on Economy Index. Fornisce misure giornaliere del sentiment italiano sull’economia, derivate da campioni di tweet pubblici in lingua italiana, catturati in streaming. La notiza è che lo ha elaborato Istat, l’Istituto italiano di statistica sulla scia di altri enti come Eurostat che hanno incominciato ad guardare oltre la statistica quantitativa verso quella nebulosa di dati che tastano il polso dei social media.

L’indice fornisce misure giornaliere del sentiment italiano sull’economia, derivate da campioni di tweet pubblici in lingua italiana, catturati in tempo reale. Il periodo di osservazione attualmente coperto dall’indice è compreso tra il 10 febbraio 2016 ed il 31 dicembre 2018. Qui vengono rappresentati i dati

Come scrive Istat, l’indice seleziona ed elabora unicamente tweet il cui testo contenga almeno una parola appartenente ad un insieme filtro predisposto da esperti di dominio. La procedura analizza, con tecniche di sentiment analysis, una media di circa 50.000 tweet al giorno.

 Come funziona. Cliccando si accede al grafico interattivo di Istat.  Maggiore è il valore dell’indice, migliore è il sentiment. I punti corrispondenti ai principali picchi ed alle principali valli dell’indice sono stati annotati e sono evidenziati con un quadratino: posizionando il puntatore del mouse sul quadratino verranno visualizzati gli argomenti dominanti discussi nei tweet del giorno (quando l’elenco comprende più argomenti, essi sono riportati in ordine di frequenza decrescente).

1111

Qui trovate le note metodologiche La procedura di produzione dell’indice usa la Streaming API di Twitter per raccogliere campioni di tweet che soddisfino un filtro appositamente progettato, costituito da 60 parole chiave (parole o locuzioni). Tali parole chiave sono state prevalentemente derivate dal questionario dell’indagine sulla fiducia dei consumatori, una rilevazione mensile che raccoglie dati nelle prime due settimane di ciascun mese e diffonde le proprie stime entro la fine del mese. Istat tiene a precisare che il fenomeno misurato dal Social Mood on Economy Index è più vasto e molto meno definito di quanto non sia la fiducia dei consumatori, la cui misura ufficiale è basata su una metodologia armonizzata e condivisa a livello europeo, nonché caratterizzata da una lunga e rilevante tradizione di utilizzo a fini di analisi congiunturale e di previsione. Quindi si guarda ai social non per certificare lo stato dell’arte della fiducia dei consumatori che utilizza metodologie condivise ma per intercettare fenomeni che stanno incominciando ad avere delle conseguenze. L’obiettivo sembra quello di volere suggerire quando stanno accadendo dei cambiamenti che verranno poi certificiati con altri strumenti più tradizionali. 

L’articolo Istat “misura” l’economia su Twitter. Ecco il Social mood index sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog