Csv Conference è un luogo di scambio di idee non tanto e non solo sui file con estensione Csv ma su quello che rappresentano in termini di dati, interoperabilità e hacking.  Si è tenuta a metà maggio online. Gli interventi dei relatori sono di assoluto livelli e li trovate qui. Ci permettiamo di segnalare questo keynote di Christa Hasenkopf dal titolo  Fighting air inequality by building a global air quality open data ecosystem. Come suggerisce i titolo si inquadra il tema dell’accesso disuguale per respirare aria pulita. Il 90% della popolazione mondiale respira aria che non soddisfa le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Le stime indicano che un morto su otto nel pianeta è riconducibile all’inquinamento, sono più vittime di quelle causate da HIV / AIDS e malaria insieme. La creazione di un’infrastruttura di condivisione dei dati di base per un semplice accesso alle informazioni sulla qualità dell’aria può consentire a un ecosistema di soluzioni e risolutori in diverse scale e settori geospaziali. Nella presentazione viene analizzato l’impatto di OpenAQ, un’organizzazione no profit che ha creato un’infrastruttura open source di condivisione dei dati sulla qualità dell’aria e una comunità per combattere la disuguaglianza aerea in tutto il mondo. Qui invece trovate la mappa interattiva. Qui invece avete accesso alle slide.

 

Nuovo video segnalato da utenti-lettori del blog per riflettere sulle prospettive di una società mossa dai dati

L’articolo Inquinamento, dove sono i dati sulla qualità dell’aria? Pensiero critico della società data-driven (3) sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog