La media europea é pari al 2,04%. Tanta la quota del prodotto interno lordo che i Paesi dell’Unione hanno investito in media in ricerca e sviluppo nel 2015. Anno, quest’ultimo, preso a riferimento perché é quello utilizzato per il calcolo dell’edizione 2019 dello European regional competitiveness index, l’indice di competitività delle regioni europee.

ìRecord assoluto nella regione tedesca del Braunschweig, dove la quota investita in ricerca e sviluppo ha superato addirittura il 10%. Mentre il risultato peggiore si registra nella regione rumena del Sud-Est, dove la spesa per l’R&D non é andata oltre lo 0,08% del Pil.

In Italia solo il Piemonte ha superato la media continentale, investendo in ricerca e sviluppo una somma pari al 2,15% del Pil regionale. Secondo posto per l’Emilia Romagna, che ha stanziato una somma pari all’1,79% del prodotto interno lordo. In coda la Basilicata, dove appena 63 centesimi ogni 100 euro sono andati a finanziare la ricerca.

L’articolo Ecco quanto (poco) investono le regioni europee in ricerca e sviluppo sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog