Quarant’anni dopo la  strage avvenuta il 2 agosto 1980 alla Stazione Centrale di Bologna, viene realizzata BO020880, ideata e realizzata dall’associazione IPID (Italian Party of Indie Developers) in collaborazione con l’Associazione delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980 e illustrata dalle studentesse e dagli studenti e dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.  BO020880 sarà disponibile in italiano e inglese nella sua prima versione per PC windows, Mac, Android e iOS.

V

2
3
8

La visual novel interattiva è composta dalle scene raffiguranti le vittime nei momenti prima dell’esplosione: 85 storie di vita spezzate. L’iniziativa sposa videogiochi e attualità. Negli ultimi anni esperimenti di questo tipo sono aumentati. Si va dai newsgame classici come ad esempio le produzioni per esempio di Molle Industria  a prodotti più commerciali che usano la gamification e quindi la grammatica interattiva dei videogiochi per animare e veicolare forme di comunicazione d’impresa. Gli equilibri sono fluidi, i progetti sono guidati da game designer, giornalisti ed esperti della comunicazione.  Qui trovate il video la presentazione “Oltre il data journalism: newsgame, contesti e geni del male” di Luca Tremolada e Riccardo Saporiti al Festival Internazionale del giornalismo di Perugia del 2019 nella quale viene analizzato questi nuovo approccio all’informazione.

 

L’articolo BO020880, 85 storie di vita spezzate. La visual novel interattiva sulla strage di Bologna sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog