Dal 24 settembre, operatori e cittadini possono consultare la cartografia catastale senza limiti, anche per realizzare nuovi servizi o applicazioni. Lo comunica del’Agenzia delle Entrate. Grazie alla nuova licenza d’uso, sarà quindi possibile utilizzare le mappe catastali integrandole con altre informazioni e distribuire i materiali prodotti, anche a scopo commerciale, purché venga sempre citata la fonte. Con questo ampliamento della licenza i dati potranno quindi essere impiegati con maggiore facilità in diversi ambiti: dalla fiscalità locale al governo del territorio e dell’urbanistica, dalla valutazione degli immobili ai trasferimenti di diritti reali, dalla gestione delle emergenze alla tutela e valorizzazione dell’ambiente e dei beni culturali.

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione due servizi online per la consultazione della cartografia catastale: il servizio standard internazionale Web Map Service (WMS), con il quale è possibile creare mappe dinamiche che integrano la cartografia catastale con qualsiasi altro dato geografico, e il Geoportale Cartografico Catastale, che permette di ricercare una qualsiasi particella tramite il suo identificativo. Attraverso questi servizi, basati sulle più recenti tecnologie, i cittadini, le imprese, i professionisti e le pubbliche amministrazioni possono navigare dinamicamente su 300 mila mappe catastali, nelle quali sono rappresentati oltre 85 milioni di particelle e 18 milioni di fabbricati.

E’ un piccola grande rivoluzione, sviluppatori, data journalist, ricercatori (e imprenditori) potranno sfruttare questo immenso patrimonio informativo per indagare, studiare e comprendere meglio il nostro patrimonio immobiliare. Le applicazioni sono tutte da inventare e vanno nella direzione di una società data-driven, come la vogliamo noi.

Qui segnaliamo un mini-tutorial di Andrea Borruso. A lui ancora una volta i nostri complimenti.

Qui l’accesso al Geoportale cartografico statale.

E’ iniziata una nuova rubrica di Info Data per segnalare novità e nuove policy sui dati sia in ambito pubblico che privato. Se avete segnalazioni scriveteci infodata@ilsole24ore.com

Qui la prima puntata 

L’articolo A proposito di dati: le mappe catastali più aperte e accessibili. Basta citare la fonte sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog