Raccogliere con una campagna di crowdfunding il budget per realizzare un film è ormai una pratica sempre più frequente che sta conquistando il mondo del cinema indipendente internazionale. Ma la raccolta del budget è solo il primo passo nella direzione di un modello produttivo diverso, all’interno di un ecosistema cinematografico in cui il web assume sempre più un ruolo centrale. E soprattutto per il cinema indipendente risulta essenziale ripensare complessivamente ogni fase della produzione, per sfruttare al meglio i vari passaggi come la sala, la televisione, la rete e i social network.

Una risposta a questa sfida epocale prova a darla Vimeo, il più famoso social network per video assieme a YouTube. Vimeo si è ritagliato uno spazio di primo piano proprio nel mondo del cineasti indipendenti, dei videomaker e degli artisti audiovisivi. E che il legame con il cinema indipendente fosse fondamentale nelle sue strategie, si era capito a settembre durante il Toronto International Film Festival, quando Vimeo è riuscita a strappare, per il suo canale Vimeo on Demand, ben 13 premiere di film che passavano nell’importante manifestazione canadese.

Vimeo on Demand propone un modello interessante e davvero innovativo di distribuzione cinematografica: si tratta di una auto-distribuzione, nel senso che i videomaker acquistano uno spazio sul canale, lo personalizzano e poi possono scegliere le nazioni in cui distribuire il film, adottare diverse strategie di comunicazione, scegliere il prezzo della visione, e persino i device su cui far passare il film (tablet, smartphone, connected TV…), e soprattutto possono accedere alla qualità dell’HD. E inoltre il 90% dei proventi rimane al film. E ora il team di Vimeo aggiunge un nuovo tassello e lo presenta al Sundance Film Festival, vera istituzione internazionale del cinema indipendente. Vimeo ha infatti lanciato un programma di supporto per quei registi che hanno raccolto fondi in crowdfunding ma non hanno una vasto numero di fan. Lo staff di Vimeo seleziona i film migliori tra quanti hanno raggiunto un budget superiore a 10.000 dollari, con campagne su piattaforme come Indiegogo, Kickstarter and Seed&Spark. A loro offre un account gratuito all’interno del canale ad alta definizione Vimeo Pro. Inoltre i selezionati possono accedere ad un fondo (500.000 dollari) a supporto delle strategie di marketing: sui social network, all’interno di Vimeo (creando uno spazio personalizzato) e per le differenti distribuzioni che il film avrà. In cambio Vimeo ha l’esclusiva della premiere su Vimeo on Demand.

Vimeo pensa a strategie crossmediali e pubblici variabili e lo fa puntando sul cinema indipendente; il legame con i festival del cinema e il fatto di prendere in considerazione sia la rete di sale che il web, potrebbe davvero rivelarsi una strategia vincente.