Dalla produzione di miele urbano al turismo esperienziale, fino al recupero di aree urbane periferiche. Saranno premiate oggi le dieci idee di business degli under 35 italiani che possono fare la differenza nel rilancio economico del Paese. Le proposte sono state selezionate da Sodalitas Challenge, il bando rivolto a giovani senza lavoro o con lavoro precario, indetto dall’omonima fondazione. Alla call for ideas hanno partecipato 179 progetti da parte di 279 giovani, soprattuto dal Sud.

Ogni idea è affidata a un incubatore che si impegnerà a svilupparla.

Ar-T Box, Museo itinerante multisensoriale

Ar-T Box è una struttura cubica installata in uno spazio pubblico all’interno della quale è posta la riproduzione di un’opera d’arte. Lo spettatore, entrando, diventerà spett-Attore e farà dell’opera un’esperienza multisensoriale, perché potrà osservarla, ascoltarne una descrizione (in parole e musica) e poi vederla “espandersi” su tutte le pareti del cubo, invadendo le superfici attorno. Obiettivi è avvicinare un pubblico vasto e variegato alla fruizione dell’arte e dei beni culturali, facendo ripartire l’economia italiana dai suoi beni più rari e preziosi; coinvolgere nuovi target, giovani e giovanissimi, in un’esperienza artistico-culturale diversa e tecnologica; stimolare pubblici maturi a un approccio nuovo all’evento culturale.

Ar-T Box sarà adottata da Speed MI Up.

Diamoci un taglio! – Ricucire insieme i pezzi per una nuova vita

Creare opportunità di inserimento lavorativo di donne vittime di violenza di genere e domestica nel territorio siciliano attraverso la realizzazione di una sartoria per la creazione di abbigliamento su misura e di accessori personalizzati, da commercializzare al dettaglio su un’apposita piattaforma virtuale di e-commerce: questo l’obiettivo di “Diamoci un taglio!”, che permetterà alle donne coinvolte di riscattarsi, di imparare un mestiere e di raggiungere l’indipendenza economica.

“Diamoci un taglio!” sarà adottata da Oltre Venture.

First Hand, Make Italy With Us

First Hand è un nuovo tour operator che propone ai clienti pacchetti di esperienze da vivere attivamente, valorizzando le potenzialità turistiche delle aziende produttrici delle eccellenze italiane Dop (vino e prodotti gastronomici). Qui i turisti saranno coinvolti nella creazione di vini, formaggi e miele e nella raccolta di tartufi e castagne, e poi potranno esplorare il territorio con guide esperte, scoprire la cucina tipica locale, vedere parte della produzione dell’azienda ospitante “brandizzata” con il proprio nome. Le aziende agricole coinvolte attraverso First Hand potranno diversificare la propria attività aprendosi al turismo e di ampliare le proprie opportunità di vendita e visibilità. Il servizio sarà gestito attraverso un portale web che metterà in contatto le aziende con i clienti, attraverso la vendita del pacchetto turistico online. Dopo una fase di lancio in Veneto, First Hand conta di coprire il territorio italiano entro il 2020, anche attraverso la visibilità di Expo.

“First Hand” sarà adottata da UniCredit.

Happy ways, Il carpooling per i tuoi eventi

“Happy ways” combina il car pooling con la partecipazione a eventi di tutti i tipi (artistici, sportivi, folkloristici), consentendo agli utenti di poter organizzare in modo più agevole e sostenibile i propri spostamenti, e agli organizzatori di vedere ampliato il proprio pubblico e ridotto l’impatto ambientale della propria attività. Il funzionamento del servizio si articola in pochi semplici passaggi: la registrazione dell’utente sul sito o per mezzo dell’app mobile, la selezione dell’evento d’interesse dal catalogo, la comunicazione dell’indirizzo di partenza e dell’eventuale possibilità di offrire un passaggio (“Guido io”), la visualizzazione dell’elenco delle persone con cui sarebbe possibile viaggiare (potendone verificare la “sicurezza” attraverso un sistema di feedback) e la conseguente selezione dei compagni di viaggio, in base a profilo e interessi comuni. Happy ways, una volta operativo, contribuirà a ridurre il tasso di inquinanti atmosferici, le emissioni di CO2 e il traffico cittadino, facilitare il parcheggio e la viabilità.

“Happy ways” sarà adottata da Talent Garden.

Leevia, una charity crowdfunding platform

Leevia è una piattaforma di charity crowdfunding rivolta alle aziende responsabili e alle organizzazioni nonprofit impegnate in campagne di raccolta fondi per iniziative umanitarie e sociali. Utilizzando Leevia i Csr manager possono così sostenere il Terzo Settore vedendo automaticamente “convertita” la propria donazione in una campagna di marketing  a costo zero attraverso la rete, trasformando un gesto filantropico in un asset strategico per la comunicazione aziendale. Le organizzazioni non profit che si appoggeranno a Leevia, da parte loro, potranno usufruire dei servizi della piattaforma a titolo gratuito e – attraverso il crowdfunding così sviluppato – raccogliere fondi in maniera gratuita (Leevia non percepisce alcuna fee sulle donazioni), ottenere visibilità sui social e raggiungere fasce demografiche poco sensibili agli strumenti di comunicazione classici.

Leevia sarà adottata da Luiss Enlabs.

 Neuron Guard, sistema integrato di protezione cerebrale

Neuron Guard è un sistema integrato di protezione cerebrale che si compone di un collare refrigerante e di un innovativo sistema di somministrazione di un farmaco ad azione neuro-protettiva (le soluzioni attualmente disponibili per l’ipotermia non combinano portabilità e stabilità di raffreddamento, fondamentali per ottenere risultati clinicamente significativi). La mission di Neuron Guard è salvare la vita dei pazienti con danno cerebrale acuto minimizzando le conseguenze negative sia in termini di sopravvivenza che in termini di disabilità permanente, riducendo in modo significativo il peso assistenziale che altrimenti graverebbe sul sistema sanitario nazionale e sulle famiglie. Neuron Guard ha depositato due domande di brevetto italiane, una per il collare refrigerante (con relativa estensione internazionale – Pct) e l’altra per il sistema d’infusione (Pct a marzo 2014).

Neuron Guard sarà adottata da Poli Hub.

UrBEES, le api in città

Le api sono eccellenti bioindicatori, perché segnalano la qualità ambientale di un determinato luogo attraverso le loro normali funzioni vitali. Dal miele, dalla cera e dalle api stesse sono infatti rilevabili tracce di metalli pesanti, radionuclidi, pesticidi, idrocarburi. UrBEES si basa sulla dislocazione di alveari in spazi pubblici e privati, al fine di abbinare la produzione e vendita di miele urbano a Km0 e l’organizzazione di attività ludico-didattiche a tema con la realizzazione di studi locali di ricerca ambientale per rilevare lo stato di salute dei territori.

UrBEES sarà adottata da Make a Cube³.

PsycART – Riciclo, Costruzione, Cambiamento

Il progetto PsycART mira a creare una rete di centri di formazione e lavoro all’interno dei quali produrre strutture e componenti d’arredo artigianali a partire da materiale di recupero, coinvolgendo i ragazzi e le ragazze ospiti delle comunità socio-educative italiane partecipanti all’iniziativa. L’attività di riciclo, assemblaggio e costruzione degli oggetti sarà assistita da tecnici esperti e dagli stessi consulenti che condurranno la fase di formazione professionale, in aula e sul campo. La supervisione produttiva sarà coordinata da un team di designers e artisti del riciclo italiani che avrà il compito di promuovere determinate linee stilistiche. I centri di formazione e lavoro sorgeranno attraverso la riqualifica intelligente di strutture ed edifici in disuso, in comodato gratuito coinvolgendo i Comuni. Ogni Centro PsycART si articolerà in un laboratorio stabile, un magazzino di deposito, un’aula-formazione, uno studio e uno spazio espositivo.

A PsycART è stato assegnato un Premio Speciale da parte di UBI Banca.

Periferica, rigenerare le periferie italiane attraverso l’arte, il gioco e la cultura

Periferica mira a rigenerare i quartieri periferici degradati sintetizzando l’azione congiunta di università, associazioni e imprese in un festival che converta i vuoti urbani ed architettonici della città in spazi attivi. La strategia è mettere in comunicazione le necessità di una comunità con le università che fanno di quelle esigenze un oggetto di studio, analisi ed esercizio. Come dei medici con un paziente, così studenti di architettura, design, urbanistica ed accademia, divisi per workshop, intervengono su un quartiere migliorandolo, attraverso il festival, in un processo in grado di creare lavoro migliorare la vivibilità dei quartieri e coinvolgere forze positive locali ed internazionali in una grande, collaborativa, sempre diversa esperienza di innovazione sociale.  La formula è semplice: ogni anno, Periferica si sposta in un quartiere diverso, ne occupa uno spazio, e durante l’evento costruisce delle strutture per ospitare eventi e servizi, tenendo conto delle esigenze espresse dai residenti e delle peculiarità del luogo. Alla fine di ogni edizione le strutture realizzate vengono donate alla comunità.

A Periferica è stato assegnato un Premio Speciale da FabriQ, l’incubatore di innovazione sociale del Comune di Milano.

TuttiFrutti, una piattaforma per adottare varietà orticole e frutticole in erosione

Le esigenze di standardizzazione e alta produttività del mercato fanno sì che i prodotti consumati siano omologati nella forma e nel sapore e che alcune varietà spariscano dai campi perché non è più conveniente la loro coltivazione. Obiettivo di TuttiFrutti è ampliare il mercato delle varietà orticole e frutticole in erosione, supportando le aziende agricole che destinano, in parte o totalmente, la propria produzione a queste colture e mettendole in contatto diretto con i possibili acquirenti, conseguendo un aumento della biodiversità e un rafforzamento delle colture estensive. L’attività di matching si svolgerà su una piattaforma web pensata come un atlante interattivo nazionale delle varietà in erosione con informazioni relative al grado di vulnerabilità e diffusione, alla storia e alle caratteristiche botaniche e organolettiche, unito ad una mappatura delle aziende agricole aderenti al progetto, con informazioni sulla disponibilità dei prodotti e sulle modalità di coltivazione. Gli utenti del sito potranno “adottare” una varietà in erosione e contribuire a salvarla acquistando prodotti già coltivati o commissionando alle aziende, che si sono rese disponibili, l’introduzione di nuove colture, con la possibilità di una cogestione dei terreni.

TuttiFrutti sarà adottata da H-Farm.

CellDynamics, la start-up che sviluppa dispositivi per analisi cellulare

Menzione speciale per CellDynamics: costituitasi come Srl a fine 2013, è una linea di dispositivi che permette di comprendere al meglio i fenomeni biologici cellulari, superando i limiti delle tecnologie tradizionali con ricadute nello sviluppo di nuovi farmaci, nella ricerca di base e applicata e nello sviluppo di terapie personalizzate a basso impatto per la salute e alla procreazione medicalmente assistita.

La tecnologia alla base di questi strumenti è in corso di brevettazione; la sua applicazione ridurrebbe in modo significativo i costi e la complessità di moltissime tipologie di analisi.