Sì definitivo della Camera al decreto «salva-risparmio» che crea una dote di 20 miliardi per consentire allo Stato di supportare le banche in carenza di liquidità o con problemi di ricapitalizzazione. «Un passo avanti per garantire più sicurezza a famiglie e imprese» ha commentato il premier Gentiloni. In attesa degli aumenti di capitale, il mercato guarda ai 13 miliardi di bond garantiti emessi dal Mps, Popolare Vicenza e Veneto Banca . Colombo e Ferrando pagina 3