È un ritorno al mid-range, quello di Huawei, che con la nuova gamma di smartphone “Nova” prova ad aggredire un mercato che conosce benissimo. Sono due i device che il colosso cinese ha svelato oggi a Berlino, in occasione di Ifa. Si tratta del Huawei Nova e del fratello maggiore Huawei Nova Plus. Smartphone dal prezzo contenuto (399 euro per il primo, 429 per il secondo) e dalle potenzialità – almeno su carta – molto convincenti. Dal palco del Velodrome di Berlino, Richard Yu si è spinto alla comparazione estrema: «Sono meglio dell’iPhone 6S» ha detto il CEO di Huawei Consumer Group.
C’è da dire che la versione Plus differisce da quella base anche in fatto di design e dimensioni. Il Plus ha un display da 5,5 pollici, mentre l’altro da 5. Cambia anche la disposizione della fotocamera, con il modello base che ricorda tantissimo il Nexus 6P (prodotto per Google proprio da Huawei).
Abbiamo già avuto la possibilità di toccare con mano il Nova Plus e il primo impatto è sicuramente positivo: la scelta di materiali e design danno ragione al produttore cinese. Il resto lo fa l’hardware: processore Snapdragon 625 octacore 2.0 GHz, 32 gb di Rom e 3 di Ram, 3D Fingerprint, fotocamera posteriore da 16 mpx (che consente la ripresa di video in 4k) e frontale da 8. Molto interessante la batteria: 3.340 mAh e smart power management. Sul device gira Android 6.0.
Nel corso dell’evento (durante il quale Huawei ha presentato anche il tablet MediaPad M3 e nuove colorazioni per il P9) è stato dato molto spazio all’arte del selfie, tanto che il produttore cinese ha portato sul palco la fashion blogger Xenia Tchoumi. Un modo per rafforzare l’idea che i nuovi device Nova siano progettati per la qualità e la rapidità nello scatto delle immagini. Su entrambi i device sono presenti le applicazioni proprietarie Beauty Makeup 2.0 e Beautiful Skin 3.0, che applicano effetti cosmetici e filtri in grado di “levigare” la pelle