LONDRA – Huawei cala il doppio colpo e presenta due nuovi smartphone. Sono il Mate 20 e il Mate 20 Pro, device che vanno a posizionarsi nella fascia alta del mondo Android e che seguono la tradizione della casa cinese, che con la famiglia Mate porta sul mercato ormai da qualche anno smartphone con caratteristiche hardware molto interessanti. In attesa della prova sul campo, questi due Mate sembrano avere le carte in regola per duellare con la concorrenza. È soprattutto la versione Pro a catalizzare l’attenzione.

Mate 20 Pro: un vero top di gammaIn un mercato, quello degli smartphone, ormai schizofrenico e alla costante ricerca della differenziazione, Huawei presenta tre fotocamere sulla scocca posteriore di questi due Mate. I sensori montati sulla versione Pro, ancora una volta prodotti in partnership con Leica, sono da 40, 20 e 8 megapixel. E le prestazioni offerte, almeno sulla carta, potrebbero avere pochi rivali. Questa versione Pro, però, ha buone premesse anche sotto altri aspetti. A partire dalla batteria, che con 4200 mAh è fra quelle con la maggiore capacità del settore (molto dipenderà, ovviamente, dalla integrazione con il software). Molto interessante anche il display, un 6,39 pollici Oled che – a prima vista – sembra poter bucare per brillantezza di colori e profondità. Uno degli aspetti più interessanti e innovativi, però, è il sensore di impronte digitali incastonato nel display. La tecnologia utilizzata si chiama DPS (dynamic pressure sensing), ma non esclude il classico riconoscimento facciale reso celebre da Apple: anche qui sarà possibile sbloccare il device con una scansione rapida del volto. La novità del finger print sotto il display è presente solo sul modello Pro (mentre sul Mate 20 base il sensore è sulla scocca posteriore). Altra feature interessante è la funzione di reverse charge: Huawei Mate 20 Pro, in sostanza, funzion a da caricatore WiFi per altri telefonini compatibili. Basta poggiarli “schiena contro schiena”. Infine il design: il Mate 20 Pro è probabilmente lo smartphone Huawei più elegante mai prodotto finora. Le sembianze con alcuni recenti modelli Samsung Galaxy sono percepibili, ma la casa cinese sembra aver fatto un grande sforzo in questo senso.

Huawei Watch GTDurante l’evento londinese, Huawei ha presentato anche un nuovo smartwatch. Si chiama Huawei Watch Gt e gira con sistema operativo proprietario (non Android, dunque). La caratteristica cardine di questo device è l’autonomia: la casa cinese scrive che una carica basta per 2 settimane con un utilizzo costante. E potrebbe durare anche un mese, se disattivassimo Gps e sensore cardio. Il design non eccelle per unicità, ma al polso fa comunque la sua figura. Il display (con tecnologia Amoled) è da 1,39 pollici, e presenta diverse funzioni per lo sport. Anche questo dispositivo sarà testato.

Le caratteristiche di Mate 20 ProDisplay: 6.39” (Formato 19.5:9), con risoluzione OLED QHD+, 3120 x 1440pxProcessore: Huawei Kirin 980 Octa-coreRam: 6 GbRom: 128 Gb (espandibile fino a 512 con NanoSd)Scheda Grafica: GPU Mali-G76 720MHz Sistema Operativo: Android 9.0 ed EMUI 9.0 Fotocamera posteriore: Triplo sensore Leica con lenti da 40MP f/1.8 RGB + 20MPf/2.2 grandangolare + 8MP f/2.4 teleobiettivo. Video in 4K.Fotocamera frontale: 24MP f/2.0Batteria: 4200 mAh Dual sim: Slot 1: nano sim, 4G LTE, slot 2: nano sim, 4G LTE o scheda di memoria NanoSd.Peso: circa 189gColori: Twilight, nero, blu, verde Prezzo: 1099 euroLe caratteristiche di Mate 20 Display: 6.53” (formato 18.7:9), con risoluzione LCD FHD+, 2244 x 1080px, 381ppiProcessore: Huawei Kirin 980 Octa-core Ram: 4 GbRom: 128 Gb (espandibile fino a 512 con NanoSd)Scheda Grafica: GPU Mali-G76 720MHzSistema Operativo: Android 9.0 ed EMUI 9.0 Fotocamera posteriore: Triplo sensore Leica con lenti da 12MP f/1.8 RGB + 16MPf/2.2 grandangolare + 8MP f/2.4 teleobiettivoFotocamera frontale: 24MP f/2.0Batteria: 4000 mAh Dual sim: Slot 1: nano sim, 4G LTE, slot 2: nano sim, 4G LTE o scheda di memoria NanoSd.Peso: circa 188gColori: Twilight, nero, bluPrezzo: 799 euro