Rientrato l’allarme bomba a Menlo Park sede di Facebook: la società fondata da Mark Zuckerberg ha autorizzato i dipendenti a tornare al lavoro, dopo che la polizia aveva precedentemente evacuato gli edifici della Silicon Valley in risposta alla minaccia di una bomba. L’allarme riguardava un edificio nel blocco 200 di Jefferson Drive, a Menlo Park, secondo quanto ha spiegato la polizia americana in un comunicato. Il quartier generale di Instagram, di proprietà di Facebook, si trova su quel blocco. «Nel tardo pomeriggio, abbiamo ricevuto una minaccia di bomba e abbiamo agito rapidamente per evacuare diversi edifici del nostro campus di Menlo Park. Prendiamo molto seriamente la sicurezza dei nostri dipendenti di Facebook e siamo lieti che tutti siano al sicuro», ha detto Genevieve Grdina, portavoce del celebre social network. «Stiamo lavorando a stretto contatto con le autorità locali per indagare su questa minaccia e monitorare ulteriormente la situazione».