Dietro c’è Aardman lo studio britannico creatore della popolare serie “Wallace&Gromit”. Ma sopratutto una idea: commemorare il centenario dell’armistizio della prima guerra mondiale (11-11-18) attraverso un’avventura che vuole essere un inno alla pace. L’impatto è di quelli da brividi. 11-11 Memories Retold è un dipinto animato ispirato ai movimenti artistici di quegli anni. Impressionismo, Cubismo e Futurismo portano il racconto di fatti drammatici in una dimensione più riflessiva.

Il gioco di Namco Bandai la storia è quella di un fotografo canadese e un tecnico tedesco che si ritrovano, per una serie di motivi personali, sul campo di battaglia. Vivremo le vite di due non combattenti, che si ritroveranno su frotni opposti per colpa della guerra. Le voci sono di Elijah Wood (Il Signore degli Anelli) e di Sebastian Koch (Homeland). La colonna sonora è del compositore francese Olivier Derivière che ha già lavorato nel gaming in titoli come Alone in the Dark, Obscure e Remember Me.

Parliamo di una produzione di altissimo livello. Per internderci, siamo dalle parti di Valiant Hearts: The Great War, sviluppato da Ubisoft Montpellier nel 2014 per ricordare la Prima guerra mondiale. Il titolo firmato DigixArt certamente a suo modo è un prodotto unico. Si distingue però più per la direzione espressiva e artistica che per la scrittura della sceneggiatura. In particolare la colonna sonora per la prima volta è davvero al servizio della storia. A suo modo indica una direzione e conferma, ancora una volta, come i videogiochi possano diventare strumenti per rielaborare eventi e situazioni affidate forse da troppo tempo esclusivamente a libri e film.