I trilioni – che fino a oggi potevano essere attribuiti perlopiù alla fervida fantasia disneyana di Paperon de Paperoni – esistono davvero. Oltre che essere nei depositi nei quali si tuffa il papero taccagno, sono anche nei forzieri della criminalità economica.
Il fatturato transnazionale del crimine organizzato nel biennio 2015-2016 ha oscillato, infatti, tra i 3,6 e i 4,8 trilioni di dollari. Una cifra che equivale al 7% del Prodotto interno lordo mondiale. Non bastasse questo, il mancato profitto per il settore privato a causa della indebita concorrenza sul mercato globale del crimine organizzato, per lo stesso periodo è stimato in circa 130 miliardi di dollari.

Articolo sul Sole 24 Ore del 7 12 2017

L’articolo Quanto fattura la criminalità? I ricavi nel dettaglio sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog