Nella popolazione in età attiva (18-64 anni), solo il 18% ha una laurea, cioè la metà esatta rispetto alla media Ocse, e il recupero fra i più giovani è lento (26% di laureati nella fascia 25-34 anni, la media Ocse è al 43%) e macchiato da due problemi. Il primo è il rapporto fra titolo di studio e successo occupazionale, complicato anche dal peso delle lauree umanistiche (30% dei laureati totali, e 39% fra i titoli di primo livello del 2015, rispettivamente 11 e 16 punti sopra la media Ocse) più difficili da spendere sul piano occupazionale. Il quadro naturalmente non piace alle imprese, che tornano a chiedere un orientamento più mirato a scienza e tecnologia

Articolo sul Sole 24 Ore del 13 settembre 2017

L’articolo Pochi dottori, troppi umanisti. Italia senza lauree scientifiche sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog