L’inverno è finalmente arrivato. Nella notte in contemporanea con gli Stati Uniti è iniziata la settima stagione di Game of Thrones. La serie tv fantasy targata Hbo da 38 Emmy Awards, tratta dai libri di George R.R. Martin in esclusiva su Sky Atlantic HD  si preannuncia più ricca che mai. Più azione, più battaglie, più magia e più effetti speciali. Pare anche più pulp. Il compositore Ramin Djawadi, è autore dell’intera  colonna sonora della serie. Dopo che nelle scorso settimana sono stati diffuso i trailer i fan sono impazziti sul web. In un medioevo fantastico, popolato di draghi e altre terribili creature, i membri delle più potenti famiglie di Westeros si scontrano in una lotta all’ultimo sangue fatta di intrighi, lussuria e tradimenti per il dominio dei Sette Regni.

Per celebrare la serie ecco una serie di infografiche interattive pubblicate sulla piattaforma Tableau da fan della serie. Troverete registrati in numeri e grafici tutto quello che è accaduto in queste sei stagioni.  Thx to Datasaurous-Rex e 

 

 

Dove eravamo rimasti? SPOILER La regina Cersei  si è vendicata facendo saltare in aria l’Alto Passero e Margaery Tyrell.  I regno del Lannister è minacciata al Nord da Jon Snow che dopo essere stato tradito e ucciso si è risvegliato dalla morte grazie a Lady Melisandre. E dalla sorellastra Sansa, finalmente libera da Ramsay Bolton. Al Sud c’è la flotta di Daenerys, che è salpata assieme ai suoi draghi e con l’appoggio delle case Tyrell, Martell e Greyjoy. Mancano per ora all’appello Sono ancora separati, invece, Arya e Bran Stark, che alla fine della sesta stagione ha avuto una visione rivelatrice sulla vera identità di Jon Snow.

 

 

 

Cosa sappiamo della nuova serie. I nuovi episodi della serie Hbo, tratta dalla saga fantasy delle “Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R. Martin e adattata da David Benioff e D. B. Weiss, saranno sette a differenza dei tradizionali dieci delle seguitissime precedenti. Con 50 minuti il quarto episodio sarà il più breve in assoluto, mentre gli altri non scenderanno mai sotto i 59. Gli ultimi due, specialmente il settimo, con i suoi 81 minuti, avranno quasi la durata di un film. Gli episodi 6 e 7 saranno infatti i più lunghi mai prodotti dallo show. Le vicende della settima stagione prepareranno al gran finale previsto per il 2018, che metterà la parola fine, con la serie numero otto, alla guerra per il trono di Westeros e all’esperienza sul set dei protagonisti dello show. E se “winter is coming”, il claim che ha accompagnato le precedenti stagioni, diventato quasi un mantra, nei nuovi episodi l’inverno arriverà davvero. Da qui l’esigenza della produzione di continuare a girare per tutto l’inverno i nuovi episodi, fra Irlanda del Nord, Spagna e Islanda (che fanno da set per le vicende di Grande Inverno e del profondo Nord) e di posticipare la messa in onda all’estate, rispetto alla consueta messa in onda in primavera delle stagioni precedenti.

 

L’articolo «L’inverno è arrivato». I numeri e i grafici di Game of Thrones sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog