E’ una questione di prospettiva. Come abbiamo scritto giugno è stato il mese più caldo degli ultimi 136 anni. La temperatura media mondiale è salita a 16,33 gradi. E luglio è un mese “maledetto” con il più alto tasso di mortalità. Anche per il caldo. Ma per apprezzare quello che in modo improprio è definito il cambiamento climatico. Per marcare bene la distinzione tra clima e meteo ci siamo occupati delle cause e degli effetti. Analizzando la crescita degli inquinanti immessi nell’atmosfera e studiando il ricorso alle fonti rinnovabili che arretra in percentuale rispetto all’uso dei più “tradizionali” combustibili fossili. Per quanto paradossale è così. Ma c’è chi sostiene che il cambiamento climatico sia una balla. C’è stato l’accordo di Parigi. C’è chi crede nel complotto. Serve un prospetto. Anzi, una prospettiva. In questa Info realizzata da Xkcd vi troverete a muovere la rotellina del mouse a lungo. Alla fine una prospettiva più certa l’avrete trovata. Qui trovate chi è Randal Munroe l’autore dell’Info Data http://xkcd.com/about/


L’articolo Il caldo, il freddo il meteo e il clima. In fondo, è una questione di prospettiva. sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog