La ventitreesima edizione dei Giochi olimpici invernali si sta svolgendo in questi giorni nella contea di Pyeongchang, nella Corea del Sud. Le competizioni, apertesi lo scorso 9 febbraio, termineranno il 25 febbraio. I nostri atleti hanno ad oggi portato a casa 6 medaglie: 2 ori, 1 argento e 1 bronzo. Un risultato per ora un po’ al di sotto delle aspettative, considerando che attualmente gli Azzurri sono fuori dalla top 10 del medagliere. L’obbiettivo sarà superare le doppiacifra, come nelle cinque edizioni dal 1992 al 2006.

Abbiamo raccolto i dati relativi alle medaglie di tutte le edizioni dei Giochi finora disputate, dal 1924 al 2014 (non tenendo conto dei risultati parziali dell’edizione corrente), per andare a scoprire curiosità e numeri dietro il grande evento degli sport invernali. Nella grafica è possibile osservare il medagliere nelle principali discipline. Per ogni sport il podio delle nazioni è rappresentato visivamente grazie alla lunghezza dei raggi. Il colore oro identifica la nazione con più medaglie, argento per la seconda posizione, bronzo per la terza. Passando con il mouse sopra i diversi raggi è possibile scoprire il trend del medagliere della nazione selezionata in quel specifico sport. Tenendo anche conto i filtri utilizzati. È infatti possibile filtrare il dato per tipo di medaglia e sesso, cliccando i pulsanti in alto a destra della grafica. Nella versione mobile per passare da una disciplina all’altra basterà selezionare l’icona corrispondente sul lato sinistro della grafica.

Gli azzurri ai Giochi Invernali

Dal 1924 al 2014, dalla prima edizione di Chamonix-Mont-Blanc alla scorsa tenutasi a Soči, la nazionale italiana ha raccolto 114 medaglie, 43 ori, 37 argenti e 34 bronzi. L’Italia si posiziona così all’undicesimo posto nel medagliere completo di tutte le edizioni.

Il record azzurro rimane datato 1994 e geolocalizzato a Lillehammer, Norvegia. Quell’edizione regalò all’Italia 20 medaglie e il quarto posto nel medagliere. Tra i principali protagonisti di quella edizione Manuela Di Centa, assoluta dominatrice del fondo femminile. Durante l’edizione va a medaglia in tutte e cinque le gare a cui partecipa, ottenendo due ori, due argenti e un bronzo.

In generale lo sci di fondo regalò 9 medaglie. Maurilio De Zolt, Marco Albarello, Giorgio Vanzetta e Silvio Fauner conquistarono a sorpresa l’oro nella 4 x 10 km maschile di sci di fondo, battendo allo sprint dopo una splendida gara la favorita squadra norvegese, di fronte al pubblico di casa.

Sci di fondo e sci alpino sono le discipline che hanno dato più gioie ai colori azzurri. 34 medaglie nello sci di fondo (9 ori, 12 argenti, 13 bronzi), 30 nello sci alpino (13 ori, 9 argenti, 8 bronzi). Scendendo nel dettaglio lo slalom maschile e lo slittino maschile hanno raccolto 8 medaglie. Tra gli eroi alcuni tra i nomi di spicco della neve azzurra: Armin Zoeggler, Alberto Tomba, Gustavo Thoeni. Zoeggler e Tomba sono tra i più medagliati della storia azzurra (5 medaglie ciascuno). I due campioni occupano però i due gradini più bassi dello storico podio azzurro, dietro Stefania Belmondo, vincitrice di 2 ori, 3 argenti e 2 bronzi nello sci di fondo, per un totale di 7 medaglie individuali, 10 totali nella sua carriera alle olimpiadi invernali.

La Belmondo è inoltre globalmente quinta tra gli atleti più vincenti nella storia delle olimpiadi. Il podio è tutto norvegese. Al primo posto il norvegese Ole Einar Bjørndalen nel biathlon, i fondisti Marit Bjørgen e Bjørn Dæhlie occupano secondo e terzo posto. A precedere la Belmondo è la sovietica Raisa Smetanina, che dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica (1991), gareggiò per la nazionale russa. È stata l’unica donna nella storia ad aver vinto dieci medaglie ai Giochi olimpici invernali, in cinque edizioni. Con la sua ultima partecipazione di Albertville 1992, a quarant’anni, ottenne l’oro nella staffetta 4×5 km, divenendo così la donna più vecchia a vincere un oro olimpico.

Analizzando la grafica, lo sport in cui l’Italia è più vicina alle prime è lo slittino, dove si piazza quarta di sempre, dopo Germania, DDR e Austria. Se considerassimo la Germania unita l’Italia sarebbe quindi terza di sempre. Al quinto posto di sempre invece nel bob e nello sci di fondo, dove però le 34 medaglie azzurre sono molto lontane dalle 107 norvegesi, che guidano la classifica di categoria.

In generale gli sport invernali al maschile hanno collezionato 73 medaglie (25 ori, 25 argenti, 23 bronzi), 39 sono le medaglie delle donne azzurre (12 ori, 9 argenti, 18 bronzi), 2 in discipline miste, in particolare nel Biathlon e nel pattinaggio di figura.

Il medagliere

L’Italia segue nel medagliere di tutti i tempi le 124 medaglie collezionate dalla Russia dal 1994. A queste andrebbero aggiunte le 194 targate Unione Sovietica, che da sola si piazza al quinto posto. Unendo le due stagioni della storia russa si arriva invece al secondo gradino del podio. 318 medaglie solo 11 dietro la primatista Norvegia.

Un discorso simile potrebbe essere fatto per la Germania. Unificata (pre e post Guerra Fredda) si piazza al quarto posto, con 228 medaglie. La Germania dell’Est, meglio conosciuta come Repubblica Democratica Tedesca o DDR, conta però 110 medaglie tra il 1968 e il 1988. Quella dell’Ovest, la Repubblica Federale di Germania 39 nello stesso periodo. Unificando la Germania per tutta la sua storia i tedeschi raggiungerebbero il primo posto. 377 medaglie che spodesterebbero le 329 norvegesi al secondo posto e, come abbiamo scritto, le 318 di Russia+Unione Sovietica.

E gli Stati Uniti? Secondi se consideriamo queste fasi della storia russa e tedesca, quarti in caso contrario. 282 medaglie per superare l’Austria, altro paese dalla grande tradizione negli sport invernali (218 medaglie). Seguono (e precedono l’Italia), Canada, Finlandia, Svezia e Svizzera.

La Korea del sud, che sta ospitando le attuali olimpiadi, è quattordicesima nel medagliere 1924-2014. 53 medaglie che saranno rimpinguate nell’edizione di casa, 42 delle quali nello short-track speedskating, dove è la nazione col maggior numero di medaglie nella storia dei giochi invernali.

L’articolo Giochi olimpici invernali: cosa è successo, curiosità e statistica sembra essere il primo su Info Data.

Leggi su infodata blog