La Terra è condannata. Gli astronomi sanno da decenni che un giorno il Sole inghiottirà la Terra distruggendo l’intera biosfera. Ipotizziamo che la vita intelligente non avrà abbandonato la Terra prima che questo succeda, dal momento che l’uomo non è adatto a vivere al di fuori della Terra. Ma l’intelligenza artificiale (AI) ha un tale livello di adattamento che sarà l’Ai e le “copie” umane a colonizzare lo spazio.

Un semplice calcolo dimostra che i supercomputer odierni hanno lo stessa capacità di elaborazione delle  informazioni del cervello umano. In vent’anni i nostri desktop avranno la stessa capacità dei supercomputer e gli hacker saranno in grado di risolvere i problemi di programmazione  della AI, molto prima che siano piazzate delle colonie spaziali sulla Luna o su Marte. Sarà invece la AI, non l’uomo, a colonizzare questi pianeti. Nessun uomo riuscirà mai ad attraversare lo spazio interstellare. (…)

Quando la distruzione della Terra si avvicinerà, qualsiasi uomo che vuole rimanere vivo non avrà altra scelta se non diventare una copia., un download umano. E anche la biosfera sarà un download.

La AI ci salverà tutti!

Frank Tipler è professore di fisica matematica alla Tulane University

Leggi gli interventi

argomenti
Intelligenza artificiale