Difficile sopravvalutare l’importanza della sicurezza per una banca. Uno studio appena pubblicato rivela che la cybersecurity ha superato la compliance diventando la prioritá assoluta per gli istituti finanziari della City. Il 52% dei quali prevede di dedicare piú risorse alla sicurezza informatica nel prossimo anno.

Questo imperativo spiega il successo di Digital Shadows, societá di cyber intelligence che tutela le imprese dalla perdita di dati o da attacchi mirati. La start-up offre un servizio unico di monitoraggio,  misurazione e analisi della loro ‘impronta digitale’, cioé tutte le informazioni che sono condivise, gestite o diffuse online, scoprendo possibili violazioni della sicurezza e rivelando se dati e informazioni riservate sono trapelate. L’ombra digitale infatti si riferisce alle informazioni diffuse involontariamente o con intento malevolo che potrebbero nella migliore delle ipotesi creare imbarazzo e nella peggiore danneggiare gravemente le attivitá dell’impresa o la sua reputazione.

“Ogni impresa puó essere vulnerabile senza saperlo, – spiega James Chappell, fondatore e chief technology officer di Digital Shadows. – Noi utilizziamo un mix di esperienza e tecnologia per permettere alle societá di continuare a sfruttare le tecnologie mobili, la cloud e i social network ma mantenendo la loro sicurezza e reputazione intatte.”

Chappell ha fondato la societá dopo dodici anni di esperienza nel settore dell’information security lavorando per Detica, la divisione di applied intelligence di Bae Systems, il colosso britannico della difesa. “L’idea mi é venuta perché mi sono reso conto dell’importanza crescente dell’impronta digitale di un’impresa per la sua sicurezza e al tempo stesso di come molte imprese non sappiano come gestirla o non abbiano coscienza dei potenziali rischi,” afferma Chappell.

Digital Shadows, allora una startup, é stata tra i  vincitori di Fintech Innovation Lab 2013. La visibilitá conquistata tramite il programma ha consentito alla societá di fare il grande salto, spiega Chappell: “Innanzitutto ci ha costretto a focalizzarci sul business, e poi ci ha portato nuovi investitori, con il risultato che il nostro fatturato é quadruplicato in un anno. Ora stiamo assumendo personale e contiamo alcune delle maggiori banche del mondo tra i nostri clienti, oltre a societá finanziarie di tutte le dimensioni.” Digital Shadows ha sede a Level 39 e Chappell fa da méntore ai giovani aspiranti imprenditori fintech che sperano, come lui, di avere un’idea brillante da trasformare in realtá.