Forza Motorsport 7 su Xbox X, la nuova console di Microsoft che uscirà a novembre è la cartina tornasole per misurare le potenzialità di quella che si presenta sulla carta come la macchina da gioco più potente del mondo. La prova su strada è nel corso di un evento a Londra. Il focus si è concentrato sulla meraviglia del 4k nativo, ad oggi il vero valore aggiunto di questa console che quindi per avere un senso deve necessariamente poter contare su un televisore Ultra Hd (o 4k che dir sigli voglia).  L’impatto visivo è sorprendente. Forza Motorsport 7, il titolo di punta per il lancio correndo a 60 frame al secondo senza sbandamenti di sorta. Il cielo, il riflesso della luce sulla carrozzeria, l’asfalto che si sembra muoversi e i bagliori sul casco aggiungono una dimensione di foto realismo veramente appagante. Ricorda l’avvento dell’alta definizione sui televisori. Ma a differenza di quegli anni i videogiocatori sono già abituati a perfromance grafiche di altissimo livello. E’ quindi una scommessa l’impatto che potrà avere sul mercato una console che per ora punta tutto sull’altissima definizione.

C’è da dire che Forza Motorsport ce la mette tutta per dare una mano. Anche per un giocatore tiepido nei confronti del genere racing lo spettacolo della guida c’è tutto. Inoltre il nuovo capitolo di questa serie di successo è sempre più enciclopedico con 30 piste e 700 vetture. Per gli appassionati d’auto c’è tutto dalle vetture d’epoca ai Trophy Truck. Quindi per la prima volta si allarga anche al “fuoripista”.2

1 (3) 1 (4) 1 (5)

Quanto al debutto, in assenza di esclusive, ci saranno comunque molti titoli potenziati per il 4K. Ma la vera killer application della console sarà probabilmente  Playerunknown’s BattleGrounds, lo sparatutto dei record che è entrato nel programma ID@Xbox per i videogiochi indipendenti. Molto interessante anche Mixer, la piattaforma proprietaria che vuole provare a competere con i servizi di “videogioco in diretta” alla Twitch. Sulla palla c’è da ricordare ci sono anche Facebook e Youtube, per cui la concorrenza è notevole.

Come mostrato a Londra la piattaforma è integrata con il sistema operativo di Xbox One. Si potrà così trasmettere in diretta anche lontani dalla console in quanto Mixer è disponibile anche su telefono e consente di mandare in streaming le partite su smartphone Android. Su iOS pare per ora più complicato.  Tra le altre novità, gli editori di videogame potranno introdurre all’interno dei videogiochi dei giochi tra spettatori e giocatori. Per esempio, si potrà aiutare chi gioco o metterlo in difficoltà. In sostanza, diventare dei guardoni attivi. E un po’ rompiscatole.

 

Xbox One X_Console_Explode_Dark Gray