L’anno che si è appena concluso è destinato ad essere ricordato molto a lungo. Nel 2017 sono usciti così tanti videogiochi, e la qualità è stata in media talmente alta, che sembra impossibile un 2018 capace non solo di bissare questo risultato, ma addirittura superarlo. Eppure, guardando il pantagruelico menù di videogiochi in arrivo, l’obiettivo sembra straordinariamente a portata di mano. Del resto è straordinaria anche la congiuntura in cui questo giovane medium è destinato a prosperare nei prossimi mesi: con oltre 70 milioni di PlayStation 4 in circolazione, 30 milioni di Xbox One vendute, e una Nintendo di nuovo in trend positivo, questa generazione di console si trova a un passo dal suo picco massimo. Un’enorme base di utenti che rassicura gli investitori, fa lievitare i budget, e di conseguenza delizia gli appassionati con più titoli di quanti se ne possa davvero giocare in un solo anno. Qui di seguito abbiamo provato a individuare i cinque videogiochi più attesi del 2018, saranno anche i migliori?

 

 

Red Dead Redemption 2

Rockstar Games / Take-Two Interactive

I tempi sono finalmente maturi per il grande ritorno di Rockstar Games. Impossibile non aspettarsi grandi cose dal seguito del western delle meraviglie del 2010, e non solo perché Red Dead Redemption 2 è il primo gioco che la software house di Sam e Dan Houser sviluppa utilizzando tutto il potenziale delle attuali console in commercio. Dal primo gioco della serie sono passati otto anni, il fenomeno GTAV e una quantità sbalorditiva di giochi open world: lasciarci a bocca aperta sarà più difficile che mai, ma chi può riuscirci meglio di Rockstar?

 

Death Stranding

Death Stranding

Kojima Production/ Sony Computer Entertainment

Nel 2018 PlayStation 4 si arricchirà di seguiti importanti ed esperimenti preziosi, ma tutti gli occhi sono inevitabilmente puntati su Hideo Kojima e il suo onirico Death Stranding. L’ultimo trailer, nonostante non sveli ancora nulla di come funzionerà l’aspetto ludico della faccenda, sconquassa lo spettatore con una fantascienza dalle forti venature horror, per un concentrato di idee capace di annichilire ogni blockbuster passato sul grande schermo negli ultimi anni. Comunque vada sarà un successo?

 

Anthem

Anthem

Bioware / Electronic Arts

Sono bastati pochi minuti di gameplay ben coreografato per fare di Anthem uno dei titoli più attesi dell’anno. L’obiettivo di Bioware ed Electronic Arts è chiaro: rubare utenti al Destiny di Bungie e Activision, titolo di cui sembra riprendere in parte lo stile grafico e la struttura di gioco incentrata sulla cooperazione tra giocatori. Come intende riuscirci una software house specializzata in giochi di ruolo ben più statici, non al massimo della creatività e con la qualità tecnica promessa, sarà sicuramente una delle storie più avvincenti del 2018.

 

Sea of Thieves

Sea of Thieves

Rare / Microsoft Game Studios

Un progetto ambiguo, al punto che più che crederci davvero ci si spera con tutte le forze. Anche se la qualità non è mai mancata, sono anni che la software house inglese non fa centro, e Sea of Thieves, gioco multiplayer ambientato nel mondo dei pirati, sembra soffrire dei soliti problemi che affliggono questo genere di esperienze, con l’incapacità cronica di creare un numero sufficiente di contenuti per tenere alta l’attenzione dei giocatori sul lungo periodo. Eppure le potenzialità ci sono tutte, come anche una grafica che su Xbox One X si preannuncia a dir poco spettacolare.

 

Monster Hunter World

Monster Hunter World

Capcom

Tra i giochi di questa Top 5 almeno due, Death Stranding e Anthem, potrebbero slittare nel 2019, mentre Sea of Thieves e Red Dead Redemption non hanno ancora una data di uscita precisa. Monster Hunter World, in cui si va a caccia di dinosauri da soli o con gli amici, è l’unico del gruppo a portata di mano, arriverà il 26 gennaio, ma il destino del gioco Capcom non è così scontato: dopo il capostipite del 2004 è il primo a non debuttare su console portatile, e il primo chiamato a ripetere il successo da sempre riscosso in patria anche in Europa e negli Stati Uniti.