S&P 500  ha archiviato il 2017 con la performance migliore dal 2013 A fare da traino nel settore tecnologico sono stati i cosiddetti titoli FANG, acronimo che sta per Facebook, Amazon, Netflix e Google (controllata di Alphabet). Nonostante le polemiche legate alla diffusione sulla sua piattaforma di pubblicità, scrive Radiocor,  con cui la Russia ha cercato di interferire nella campagna elettorale Usa dello scorso anno, il piu’ grande social network al mondo arrivato ad avere oltre 2 miliardi di utenti attivi mensilmente chiude il 2017 intorno a 177 dollari per titolo, un rialzo annuo del 54%. Il colosso mondiale del commercio elettronico finisce l’anno a 1.178 dollari, in aumento del 57%. Il sito che offre video in streaming vale 191,95 dollari per titolo, il 55% in piu’ di 12 mesi fa. Il colosso tecnologico che controlla, tra gli altri, YouTube ha un valore di 1.054 dollari per azione, il 33% in piu’ sul 2016. 

Ad avere corso di piu’ quest’anno e’ dunque Amazon, cosa che ha contribuito a rendere il suo fondatore e Ceo Jeff Bezos l’uomo piu’ ricco al mondo. La societa’ con la maggiore capitalizzazione non solo in Usa ma al mondo resta Apple: un titolo del produttore dell’iPhone e’ arrivato a valere circa 170 dollari, un rialzo del 76% sull’anno scorso; il valore di mercato sfiora gli 873 miliardi e punta a quota mille miliardi. Per un confronto, Facebook ha una capitalizzazione di quasi 515 miliardi, Amazon di 568 miliardi, Netflix di 83 miliardi e Alphabet di 733 miliardi. Quella del colosso informatico Microsoft e’ pari a 661 miliardi, grazie a una corsa annua che ha permesso un aumento del 38% del valore del suo titolo (sotto gli 86 dollari). Per completare il quadro, si ricorda anche la performance di Twitter, pari a un +48% annuo. Se tra gli investitori l’acronimo FANG e’ diventato noto – tanto che ne e’ stato creato un indice, il NYSE FANG+, in rialzo del 63% nel 2017 – se ne e’ aggiunto un altro che viene comunque pronunciato come il primo: Faamgs, che include anche Apple e Microsoft. Apple, Google, Microsoft, Amazon e Facebook – tutte americane – sono le cinque piu’ grandi aziende tecnologiche al mondo per capitalizzazione, cosa che porta alcuni a domandarsi se non si rischi una bolla in stile 2000. Le loro valutazioni in termini di utili e ricavi sono pero’ piu’ ragionevoli rispetto ad allora. Per il nuovo anno forse l’acronimo che potrebbe diventare piu’ gettonato sara’ BAT, in riferimento ai colossi tecnologici cinesi quotati a Wall Street. Si tratta di Baidu, Alibaba e Tencent. Qualche investitore se ne e’ accorto gia’ quest’anno. Il primo ha guadagnato il 41,5% portando la capitalizzazione a 80,8 miliardi. Alibaba e’ volato del 96% a un valore di mercato di quasi 442 miliardi. Tencent ha fatto ancora meglio mettendo a segno un rialzo del 115% e portando la sua capitalizzazione a quasi 460 miliardi.