Prima di tutto va detto che Xbox One X è un piccolo miracolo di progettazione. Tecnicamente nasce sotto la stella delle mid-gen console che migliorano sensibilmente le prestazioni delle macchine presenti sul mercato senza grandi stravolgimenti. E si propone al mercato dei videogiocatori non solo come la macchina più potente in termini di performance ma la prima che nasce per interpretare senza compromessi l’era del 4K. Come dire, se avete in caso un televisore da almeno 2mila euro con 4K e Hdr (High Dynamic Range), la nuova Xbox si candida a diventare la migliore interprete dei nuovi contenuti ad altissima definizione. Chi non possiede una tv in Ultra Hd sperimenterà comunque una maggiore fluidità. Giochi come Titanfall 2, Halo Wars 2, Gears of War 4 e Forza Motorsport 7 sono pronti per il 4K nativo ma anche su televisori in FullHD mostreranno miglioramenti davvero notevoli. Altri giochi saranno introdotti nei prossimi giorni/mesi. l tempo stesso bisogna tenere conto anche del fatto che la Xbox One S supporta il 4K e costa cento euro in meno. Che i titoli nativi 4K sono pochi e non tutti gireranno in 4K nativo in tutte le condizioni

1 (1)

La seconda parola è Mixer. Si tratta di un software pensato per lo streaming dei giochi. Apparentemente sembra un tentativo per dare fastidio a Twitch.tv, la più grande piattaforma di streaming per giocatori. Tentativo doveroso per chi possiede hardware e contenuti come nel caso di Microsoft ma forse velleitario. A guardare bene però, potrebbe essere proprio Twitch a beneficiarne. Dentro Mixer ci sono moltissime buone idee. Ad esempio, fino a quattro giocatori potranno trasmettere in diretta dando vita a show collettivi. Gli spettatori potranno influenzare i risultati delle partite che stanno guardando, mentre i giocatori in streaming potranno interagire con i propri spettatori.

Forza Motorsport 7. Ne abbiamo parlato anche qui. Diciamo che per ora è l’unico titolo in esclusiva in grado di rivaleggiare con la concorrenza.  I fan lamentano la mancanza di titoli di peso in 4K nativo e non ma c’è da dire che Xbox One X offre la retrocompatibilità con oltre 400 titoli, a partire dal catalogo della Xbox 360. Inoltre viene offerto L’Xbox Game Pass: al costo di 9,99 euro al mese si ha diritto a scaricare un catalogo di oltre 100 giochi

1 (2)

Interessante e indicativo della vocazione di questa console il servizio Play Anywhere. Come funziona? Se comprate un gioco in digitale su Xbox lo potete scaricare gratuitamente anche su Windows 10, e viceversa. Il progetto di Microsoft che apparentemente non sembra volere investire troppo sulla divisione Entertainment è quello di federare il gaming alla piattaforma Windows 10 e quindi renderlo sempre di più una feature del business principlae legato ai servizi di cloud computing. Per una recensione più puntuale leggere qui.